E’ quella disciplina che si occupa della prevenzione, della valutazione e della riabilitazione delle difficoltà di linguaggio, di comunicazione e di deglutizione in età evolutiva, adulta e geriatrica.

INTERVENTI:

  • Dislessia: disturbo nell’apprendimento della lettura, che si manifesta con difficoltà nel riconoscimento delle lettere ed errori nella lettura ad alta voce
  • Disortografia: difficoltà di apprendimento della scrittura caratterizzato da errori ortografici significativamente superiori in relazione al grado di istruzione ed età.
  • Disgrafia: difficoltà che riguarda la componente esecutiva della scrittura, che si manifesta attraverso fatiche nella realizzazione del segno grafico, nel rispettare le righe e gli spazi del foglio e le caratteristiche dei singoli grafemi.
  • Discalculia: difficoltà nell’esecuzione di operazioni matematiche quali lettura di numeri, calcolo, memorizzazione di tabelline e svolgimento di problemi.
  • DSL:disturbo specifico del linguaggio che si caratterizza con un ritardo nella comparsa delle prime parole, nel mancato o alterato sviluppo delle competenze fonologiche (riconoscimento di suoni), morfosintattiche (costruzione della frase) e pragmatiche (uso della lingua nelle diverse situazioni).

Spesso questi bambini mostrano difficoltà nel raccontare e farsi capire.

  • Deglutizione disfunzionale: difficoltà nei movimenti della lingua non funzionali alla deglutizione adulta.

 

La logopedista si occupa della valutazione e del trattamento attraverso:

  • Training percettivi di discriminazione per migliorare la consapevolezza fonologica
  • Impostazione dei fonemi mancanti per completare l’inventario fonetico
  • Training per eliminazione dei processi di struttura e di sistema
  • Stimolazione e implementazione degli aspetti semantici-lessicali
  • Tecniche per migliorare la comprensione morfosintattica
  • Tecniche per migliorare la struttura morfosintattica della frase.